2019/07/28 08:30:00

28 Luglio 2019

alla quarta edizione della Val Brevettola Skyrace!

IN RICORDO DI MEME E DADO

Val Brevettola Skyrace è nata esclusivamente per un motivo: il loro ricordo. Sono passati tre anni da quel 9 gennaio, il giorno in cui la montagna ha voluto tenere con sé Meme e Dado. Il tempo scorre ma i ricordi sono vividi, e le emozioni generano un peso sullo stomaco ogni volta che il pensiero ti sfiora. Dado e Meme ci mancano e mancano a tutti. Qualcuno, lo scorso anno, ci chiedeva se Val Brevettola Skyrace sarebbe stato un evento singolo o avrebbe avuto una continuazione. Non avevamo dubbi. Il senso del ricordo, per noi, è mantenerlo nel tempo. Trovare il modo per valorizzare le passioni dei due ragazzi e l’energia che sempre ci hanno trasmesso era il nostro obiettivo. Ora abbiamo capito qual è la strada: non ci resta che proseguirla insieme.

ricordo

La gara

28 Luglio 2019

icon1

21 Km
da percorrere

icon2

1800 m
di dislivello

icon3

1 traguardo
da raggiungere

Val Brevettola Skyrace è una gara di Skyrunning, con un percorso che alterna tratti tecnici ad altri molto corribili. Si tratta, comunque, di un tracciato impegnativo.
La gara si snoda per 21 km tra le montagne di Montescheno, con un dislivello di circa 1800 metri. Da Montescheno (quota 702m) si sale fino all’alpe Ogaggia (1977m), passando attraverso gli alpeggi sulla destra orografica del torrente Brevettola (in uno di questi, l’alpe Pianzaccia, si trova il primo punto di ristoro). 

Ad Ogaggia ci sono il secondo ristoro e l’arrivo del GPM. Da qui, si discende fino all’alpe Vauzone (1653m), per poi risalire al passo d’Arnigo (2000m, terzo ristoro). Di lì, con un lungo saliscendi, si tocca il passo Saudera (1850m e quarto ristoro), e si giunge all’alpe Pianino, costeggiando la valle Bognanco, con un bellissimo panorama a fare da cornice. Inizia così la discesa vera e propria, passando attraverso l’alpe Aulamia e Vallemiola. L’arrivo è nuovamente in piazza Enrico Minacci, a Montescheno, dopo un ultimo breve tratto di salita.

Montepremi

Val Brevettola Skyrace è organizzata da un’associazione No-Profit, ma mantiene un montepremi di tutto rispetto.
Da sempre abbiamo scelto di pareggiare il montepremi destinato alla categoria maschile e a quella femminile.
Queste le cifre destinate ai primi atleti qualificati.

DONNE

1°Premio: 600€
2°Premio: 400€
3°Premio: 200€
4°Premio: 100€
5°Premio: 50€

UOMINI

1°Premio: 600€
2°Premio: 400€
3°Premio: 200€
4°Premio: 100€
5°Premio: 50€

RECORD

L’atleta in grado di battere tempo record attuale, sia della categoria maschile (Paolo Bert, 2h 10’ 29’’) che femminile (Denisa Dragomir, 2h 38’ 20’’), si aggiudica 200 euro.

IL GPM

Il vincitore del GPM, Gran Premio della Montagna, al termine della prima salita, si aggiudica 200 euro (sia
categoria maschile che femminile).

La parola ai campioni

“C’è un tifo sul percorso che si trova raramente. Un arrivo spettacolare e un percorso bellissimo: qui si corre sulla vera montagna”.

Paolo Bert, vincitore della terza edizione

“Una gara molto bella, un percorso molto tecnico in un ambiente davvero suggestivo. Tutto su sentiero e con tanta gente sul percorso a fare il tifo”.

Daniel Antonioli, Skyrunner e campione del mondo di winter triathlon

“È una gara da correre con le gambe e con il cuore. Il percorso è molto bello: un tracciato impegnativo, con salite e discese continue, che ti porta a correre sulla vera montagna. Quello che mi è rimasto impresso dell’anno scorso è l’abbraccio della gente all’arrivo: da brividi sulle braccia”.

Emanuela Brizio, vincitrice dell’edizione zero, categoria femminile

“Ho un ricordo bellissimo di questa gara. Merita molto il paesaggio, i percorsi sono puliti, i ristori adeguati. Il chilometraggio non è eccessivo, pur con un dislivello importante. Le due salite sono impegnative, così come le discese, ma in piena sicurezza. Il calore sul percorso e all’arrivo è qualcosa di unico, che io porto nel cuore”.

Rolando Piana, vincitore dell’edizione zero, categoria assoluta

DOVE SIAMO

Val Brevettola, un territorio da scoprire.

Valorizzare il territorio dell’intera Valle Antrona è uno degli obiettivi primari di Val Brevettola Skyrace. Ci ha fatto piacere, lo scorso anno, vedere tante persone sui nostri sentieri, sia prima che dopo l’evento. Questo è un territorio che merita di essere scoperto, insieme a quello dell’alta Valle Antrona. Siamo la valle dove gli stambecchi si arrampicano sulla diga di Cingino, e quella in cui sorge una delle eccellenze dei rifugi CAI, il rifugio Andolla. In val Brevettola, poi, ci sono cime stupende, dal Moncucco a Camughera, dalla Testa dei Rossi al pizzo Ciapè. Un mix di eccellenze da scoprire!

Il Lautani

È la processione più lunga di tutta la catena alpina, una tradizione che alle spalle ha più di 400 anni di storia. Si tratta del Lautani d’i sèt frei, e con sé porta una storia magica. Sette fratelli, secondo la leggenda, percorsero un lungo cammino tra le montagne per ringraziare Dio di averli risparmiati dalla peste. Ancora oggi, la terza domenica di luglio, ancor prima che il Sole sorga, una lunga fila di persone sale queste montagne. Val Brevettola Skyrace si corre proprio su questi sentieri.

SPONSOR